SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI OLTRE € 75

translation missing: it.general.language.dropdown_label

0 Carrello
Aggiunto al Carrello
    Hai prodotti nel carrello
    Hai 1 prodotto nel carrello
      Totale

      Valori nutrizionali del trifoglio incarnato

      Contiene le vitamine a, b-12, e, k e c, ed è inoltre ricco di cumarine e isoflavoni. I minerali presenti all'interno del trifoglio incarnato sono potassio, silicio, calcio, fosforo, niacina, magnesio cromo e tiamina. Le calorie contenute in 100 grammi di foglie fresche sono circa 18, motivo per cui questo prodotto è decisamente adatto a tutte le diete ipocaloriche.

      Trifoglio incarnato e salute

      Le cumarine presenti nel trifoglio incarnato sono sostanze chimiche che aiutano a mantenere il sangue fluido e pulito, migliorando la circolazione sanguigna ed evitando così la formazione di coaguli. Gli isoflavoni contenuti, invece, hanno proprietà molto simili agli estrogeni, per questo risultano utili nel periodo della menopausa, riducendone le vampate di calore, il nervosismo e i principi di depressione.

      • Rallenta l’invecchiamento della cute;

        • rallenta l’invecchiamento delle mucose;

          • antiossidante;

            • abbassa i livelli di colesterolo cattivo;

              • favorisce il colesterolo buono;

                • aiuta a prevenire le malattie cardiache;

                  • aiuta a rinforzare le ossa;

                    • previene l’osteoporosi;

                      • allevia i dolori mestruali;

                        • aiuta la microcircolazione;

                          • contrasta i sintomi negativi della menopausa;

                            • abilita il sistema immunitario;

                              • protegge le cellule del corpo dai danni causati dai radicali liberi;

                                • previene lo sviluppo di malattie cardiovascolari;

                                  • attenua i sintomi causati dalla sindrome del colon irritabile, cistiti, uretriti e coliche renali.

                                    Il trifoglio incarnato in cucina

                                    Gli usi che si possono fare in cucina del trifoglio incarnato sono molteplici. Uno tra i migliori modi per consumare questo prodotto è certamente quello di utilizzarlo all’interno di infusi o tisane, da solo o in combinazione con altre erbe. Inoltre, il miele che si produce dai suoi fiori è molto delicato, leggero e dolce. Il suo sapore ricorda quello delle caramelle al latte ed ha importanti proprietà energetiche. Dal colore ambrato chiaro è indicato soprattutto alle persone che praticano sport o a chi fa sforzi intensi. Un cucchiaio, diluito in una bevanda calda, aiuta le vie respiratorie. Tra i primi piatti che si possono preparare con il trifoglio incarnato il risotto è uno dei più gustosi e particolari, la ricetta è molto diffusa nelle dolomiti e si prepara specialmente nel periodo estivo, visto la sua leggerezza. Inoltre, si può consumare crudo per arricchire insalate, panini o torte salate. In questo modo nessuna delle sue benevole proprietà andrà persa.

                                    Suggerimento

                                    Se si decide di consumare il trifoglio incarnato in cottura, magari per minestre calde o sformati, si consiglia di farlo lessare precedentemente in abbondante acqua salata, per un paio di minuti al massimo, e poi aggiungerlo alla preparazione della ricetta che avrete scelto di cucinare solo alla fine.

                                    Potrebbero interessarti anche queste varietà